contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 30 luglio 2003
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
Imprenditorialità e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
Qualità urbana
Tamtam
Eco dalle città
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Cultura, turismo, commercio e sport | Rassegna stampa
 
 
 
 
04.06.2003 - Compromesso dentro il Toroc
Dieci giorni fa era stato all´origine del violento litigio tra Elda Tessore, l´assessore ai Giochi e Valentino Castellani, presidente del Toroc. Ma sui criteri che devono portare alla scelta della società che si occuperà delle cerimonia d´apertura e di chiusura delle Olimpiadi 2006 (20 milioni di euro il budget) allo stadio Comunale, le polemiche per il momento si stemperano: all´individuazione concorreranno anche Comune, Regione e Provincia. È il principio su cui c´è stato totale consenso ieri mattina in una lunga riunione nelle sede del Toroc, in un clima definito di «grande collaborazione», nella quale è stata superata anche un´altra «querelle», nel ballottaggio tra Robe di Kappa e Asics come «sponsor tecnico» dei Giochi. «Quelle cerimonie presentano non soltanto l´evento sportivo ma l´immagine di un territorio, della città e delle sue vallate. Tutti i soggetti vanno coinvolti» è stato detto. Fra una settimana esatta ci sarà l´audizione dei responsabili delle sei società in lizza, con la presenza pure dei tecnici della Nbc, il network titolare dei diritti televisivi dei Giochi. Poi si arriverà alla scelta, che il Toroc vorrebbe presentare alla commissione di controllo del Cio, in arrivo a metà mese. Ma probabilmente la decisione slitterà.

Per arrivare all´importante individuazione (la cerimonia d´avvio dei Giochi è uno spettacolo di 90 minuti con 2 miliardi di potenziali spettatori in tutto il mondo), al Toroc lavorano da mesi. C´è stata prima una convention al castello di Rivoli, poi è stata indetta la manifestazione d´interesse, cui hanno aderito 600 società, per arrivare alla selezione di sei. Una è la londinese «Imagine action», un´altra è la parigina «Eca 2». Entrambe hanno un ampio team di creativi. In lizza pure la «Jack Morton» di New York, che si occuperà della cerimonia di Atene ed ha un rapporto di consulenza con Euphon. C´è poi un gruppo torinese costituito per l´occasione, «Team 2006», formato da Set Up, Fata group, Orange 021, dalla società di Ubaldo Livolsi. Questo gruppo ha come consulenti Gary Smith, David Goldberg, che hanno curato gli spettacoli della finale del «Superbowl», le cerimonie di Atlanta e Salt Lake City. Tra le selezionate ecco la «Chp, Gruppo Cooper», società milanese di produzione di spot, che collabora con due case di produzioni torinesi, «Prodea» e «Harold». Completa l´elenco un´altra società di Milano, «Filmmaster», che ha già collaborato con il Toroc per la realizzazione del filmato di sei minuti su Torino 2006, presentato ai Giochi di Salt Lake City.

È stata invece risolta, con la scelta dell´offerta dell´Asics di Franco Arese, la querelle sullo sponsor tecnico, quello che curerà l´abbigliamento di tutto lo staff dell´organizzazione e anche la vendita della magliette con il logo. Marco Boglione, presidente della Basi Net, si era lamentato per l´esclusione. Dopo un nuovo approfondimento, che ha coinvolto anche Paolo Cantarella, responsabile dei rapporti con gli sponsor, la proposta di Asics è stata ritenuta sempre la più vantaggiosa.

Gino Li Veli

 
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.