contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 30 maggio 2003
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
Imprenditorialità e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
Qualità urbana
Tamtam
Eco dalle città
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Cultura, turismo, commercio e sport | Rassegna stampa
 
 
 
 
28.10.2002 - "Dal Piemonte al mondo: saremo internazionali"
Il presidente della Regione, Ghigo: «Siamo un´avanguardia, un punto di riferimento e di riflessione». Petrini: «La nuova edizione ospiterà 300 presìdi da ogni continente». A Pollenzo un´università roccaforte Vedere francesi schierati di fronte allo spettacolo dell´itinerario dei formaggi, inglesi e statunitensi conquistati dal viaggio nei più piccoli santuari dedicati al raviggiolo forlivese, il prosciutto dei Monti Nebrodi, il cappone di Morozzo, il pane di Altamura o la «cinta» senese è il chiaro e immediato esempio di quanto il Salone del Gusto di Torino detti le linee di un nuovo modo d´interpretare l´agricoltura, il lavoro di chi ha scelto la tutela dei piccoli tesori della natura ed è riuscito a creare un fenomeno che non è una moda, ma una cultura del buon mangiare e mangiare bene. Sono gli stessi «motori» dell´evento, che celebra il patrimonio storico delle regioni, il presidente del Piemonte Enzo Ghigo e il numero uno di Slow Food Carlo Petrini, a sottolineare il successo della manifestazione: «Il Salone del Gusto è un´avanguardia - dice Ghigo -, un appuntamento diventato punto di riferimento e riflessione. Qui si detta la linea su temi dalla biodiversità agli Ogm e all´equilibrio fra aree ricche e regioni povere». «L´internazionalità del Salone - conferma Carlo Petrini - è un segnale di questa straordinaria crescita. Due esempi? La presenza di delegazioni da tutto il mondo e l´aumento del numero di giovani, sempre più attenti alla cultura del territorio, dell´ambiente, della biodiversità. Per la prossima edizione puntiamo a portare 300 presìdi di tutto il mondo». E per il Salone - ieri è stata superata quota 130 mila visitatori, abbattendo il record di 120 mila presenze della passata edizione e la kermesse del Lingotto oggi sarà ancora protagonista - la consacrazione a manifestazione con denominazione internazionale è ormai cosa quasi fatta, come confermato dal ministro Marzano al presidente della Regione Piemonte Enzo Ghigo. La nuova agricoltura slow, quella che punta sulla qualità per difendere e valorizzare il territorio, è anche una fonte straordinaria di nuovi posti di lavoro. Lo conferma una ricerca dell´Università Bocconi: l´insieme dei 144 Presìdi italaini formano un´impresa di 3 mila addetti con un fatturato stimato in circa 30 milioni di euro. La cultura del cibo, l´attenzione per il giacimento delle biodiversità, la roccaforte contro l´omologazione dei sapori, in Piemonte avrà un´altra grande importante sede: l´università del gusto di Pollenzo (nel Cuneese), operativa già nel 2004. La natura senza frontiere del Salone, è confermata, poi, anche da presenze di esperti, tecnici e maestri gourmet giunti nel tempio del Lingotto per un confronto e portare la propria esperienza. Hervé Mons, «meilleur ouvrier de France», con un´esperienza ventennale di «fromager e affineur», insieme con il collega italiano Giandomenico Negro, di Cessole (At) ha diretto uno straordinario Giro d´Italia attraverso vaccini e caprini. «La più grande guida turistica? Sicuramente il formaggio - commenta Mons -. Racconta la storia, la cultura, il lavoro di chi lavora in microterritori». Mons azzarda un paragone con i formaggi del suo paese: «Quando sono buoni, quelli italiani, conservano una più schietta autenticità del gusto. Salvaguardate la qualità e soprattutto legate i consumatori al produttore attraverso un rapporto diretto. Il formaggio lo si apprezza se si conoscono la sua storia, i metodi di produzione, la stagionatura. Se un prodotto è ben fatto trova la sua via naturale e ha un mercato e un´economia di qualità e di prestigio». Gianpaolo Marro

Giampaolo Marro

 
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.