contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 28 luglio 2003
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
Imprenditorialità e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
Qualità urbana
Tamtam
Eco dalle città
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Imprenditorialità e occupazione | Rassegna stampa
 
 
 
 
20.12.2002 - La Regione approva i progetti contro il declino industriale
L´ASSESSORATO regionale all´Industria ha completato solo a notte fonda l´istruttoria che autorizza il finanziamento di 187 progetti presentati dagli enti locali contro il declino industriale. Il via libera alle domande permetterà di sbloccare 238 milioni di e dei fondi strutturali messi a disposizione dall´Unione Europea e cofinanziate anche dal Governo e dalla Regione Piemonte. Il trenta-quaranta per cento delle risorse è destinato direttamente ai programmi legati all´innovazione tecnologica e alla produzione ma tutto il pacchetto «dovrebbe permettere di creare alla fine del 2004 sei-settemila nuovi posti di lavoro. Si tratta di una stima basata sui risultati ottenuti dai precedenti programmi», spiega l´assessore Gilberto Pichetto Fratin. Pichetto, poi, sottolinea «l´effetto moltiplicatore che producono questi finanziamenti a fondo perduto che coprono il 79-80 per cento della spesa e che dunque devono essere integrati dalle risorse dei soggetti attuatori che portano la somma complessiva a disposizione a circa 360 milioni». A questo stanziamento si devono aggiungere i Progetti Integrati d'Area che possono contare su altri 102 milioni (capaci di mobilitare investimenti per 190 milioni). L'istruttoria dei progetti sarà ultimata nelle prossime queste settimane con l'approvazione definitiva di circa 500 iniziative coordinate dalle Province. «Queste cifre - commenta Pichetto - danno la dimensione di un intervento già di per sé imponente ma dobbiamo tenere in considerazione che a più lungo termine queste strutture ad uso pubblico determineranno benefici ancora maggiori sullo sviluppo dei diversi territori dal punto di vista produttivo e sociale». Le parole di Pichetto si basano sui quattro grandi settori che beneficeranno degli investimenti. Il primo: 86,8 milioni serviranno per completare e sviluppare parchi tecnologici, poli integrati di sviluppo, aree industriali attrezzate, centri servizi, aree ecologiche attrezzate, centri intermodali e piattaforme logistiche. Il secondo: 123,8 milioni saranno investiti per la riqualificazione delle infrastrutture idriche, sistemazioni idrogeologiche e idrauliche, gestione dei rifiuti, urbanizzazioni connesse a insediamenti produttivi, recupero di siti dimessi. Il terzo: 15,4 milioni saranno destinati agli interventi di inclusione sociale a partire dalla riqualificazione di quartieri di edilizia popolare. Il quarto: 12,2 milioni per realizzare infrastrutture territoriali per lo sviluppo imprenditoriale. La provincia di Torino, con 137,4 milioni, attira la maggior parte delle risorse disponibili. Tra gli interventi finanzianti i più importanti sono il Bioindustry Park di Colleretto Giacosa (12 milioni di euro); il polo integrato del distretto industriale di Trofarello (8,8 milioni di euro); il completamento dell'Environment Park di Torino (5 milioni); il Multimedia Park di Torino (3,3 milioni); Recupero ex area Fert di Torino (3,7 milioni); la ristrutturazione Villa Claretta di Grugliasco (4 milioni); l´area industriale ex-Vitali (7,8 milioni); il recupero ex-Acciaierie Ferrero di Settimo (5,8 milioni); il Business Park Dora Baltea di Ivrea (6,5 milioni); il recupero ex-Officine Savigliano di Torino (10,4 milioni); gli incubatori d'impresa dell'Università di Torino (6,7 milioni); il nuovo centro servizi di Moncalieri (3,1 milioni). Il resto dei fondi è ripartito fra le altre province. Ad Alessandria arriveranno 19,7 milioni quasi la metà serviranno per il parco tecnologico Valle Scrivia. Asti può contare su 6,3 milioni. Tra i progetti la riqualificazione del palazzo Ricchetta di Villanova. Oltre sette milioni andranno a Biella, più della metà saranno investiti nei villaggi d´Europa di Sordevolo. Il contributo per la provincia di Cuneo è di 26,5 milioni. Tra gli interventi il restauro Castiglia di Saluzzo. Il Verbano-Cusio-Ossola riceverà 15,8 milioni un terzo sarà speso per il recupero dell´area ex Sisma di Villadossola. Vercelli, infine, usufruirà di 25,1 milioni. Di questi quasi 11 sono destinati al centro servizi di Caresanablot.

m.tr.

 
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.