contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 30 maggio 2003
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
Imprenditorialità e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
Qualità urbana
Tamtam
Eco dalle città
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Cultura, turismo, commercio e sport | Rassegna stampa
 
 
 
 
20.12.2002 - «Le Monde» scopre Torino
Da questa mattina, la città della Mole ha un biglietto da visita in più da spendere sul versante turistico: è la pagina dedicata dall´austero «Le Monde» al capoluogo piemontese visto «alla luce della creazione contemporanea». L´inviata del quotidiano d´Oltralpe racconta la storia socio-architettonico-artistico-industriale della città, scivolando dai Savoia agli artisti dell´avanguardia sessantottina e facendo un balzo nel 2006, quando la città potrebbe sfruttare il «trampolino» delle Olimpiadi invernali per affrancarsi da un passato da «one company town» a «città turistica», proiettata in Europa. Attraverso l´arte. Quella delle piazze e dei palazzi barocchi, ma anche quella dell´«igloo» di Mario Merz, oppure quella della «Transavanguardia» offerta in esposizione dal museo di Rivoli, alle «luci d´artista», per continuare con le tele raggruppate nella «Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli» nell´ex fabbrica del Lingotto ridisegnata da Renzo Piano, oppure con i lavori appesi nella Galleria d´arte moderna. Secondo l´inviata de «Le Monde» Geneviève Breerette, Torino è anche un laboratorio per scelte che vengono guardate come innovative da altre città d´Italia e d´Europa: così, le «luci d´artista» di Merz, Giulio Paolini, Gilberto Zorio, Emanuele Luzzati, Enrica Borghi, Daniel Buren, Mario Airo e Jan Vercruysse hanno destato l´interesse dei sindaci di Napoli e Lione, pronti a imitare l´esempio di una città decisa a rimettersi in discussione, giocando anche la carta dell´estro di chi per mestiere stimola emozioni. Un´ottima calamita per attirare i turisti.

cla. lau.

 
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.