contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 30 maggio 2003
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
Imprenditorialità e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
Qualità urbana
Tamtam
Eco dalle città
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Cultura, turismo, commercio e sport | Rassegna stampa
 
 
 
 
20.12.2002 - Un capolinea sotto la Mole per centinaia di bus turistici
«Turismo Torino» punta sui pullman. Con un investimento di 130 mila euro (finanziati metà ciascuno da Comune e Camera di Commercio), cercheranno di far inserire la città della Mole nelle mete dei viaggi organizzati dai «bus operators» di vari Paesi europei. Obiettivo: portare nel capoluogo piemontese 240-250 pullman entro i primi sei mesi del 2004. «Questo porterà un indotto di un milione di euro» ha spiegato ieri mattina il direttore di «Turismo Torino», Josep Ejarque. Tedeschi e francesi sono i più «conquistabili», per la loro abitudine a questo tipo di turismo, ma nella lista dei «cacciatori di visitatori» ci sono anche inglesi, svizzeri e spagnoli. Sempre da Ejarque arriva la spiegazione della strategia seguita per affondare la concorrenza di città come Milano e soprattutto Genova: «Offriremo uno sconto dell´80 per cento sull´acquisto di gasolio, a patto che i "tour operators" garantiscano almeno una notte in albergo a Torino per i viaggi internazionali e 2 per quelli nazionali. Non ci sono preclusioni delle agenzie, basta dare loro un valido motivo per preferire noi agli altri». La «superagenzia» turistica ha già avviato contatti con varie catene di distribuzione del carburante, che sarebbero anche disposte a sconti sul prezzo «alla pompa» in cambio di «stock» acquistati; con questo sistema, poi, «Turismo Torino» avrebbe anche la possibilità di sistemare totem pubblicitari «in aree di servizio a nostra scelta». Un veicolo in più per pubblicizzare il "prodotto Torino" e il Piemonte» ha spiegato il presidente dell´agenzia, Livio Besso Cordero. E perché puntare proprio sul pullman? «Porta 50 persone alla volta, arriva in città e dà un´immediata immagine di afflusso turistico. E poi, è un mezzo di trasporto scelto in genere da persone di età superiore ai 50 anni, con buona disponibilità economica» è stata la sintesi dell´assessore comunale al Turismo Elda Tessore. Una scelta mirata soprattutto a «riequilibrare lo sbilanciamento tra il 71 per cento di turisti "business" e il 29 di quelli vacanzieri registrato nel 2001» ha aggiunto l´assessore. «Turismo Torino» vorrebbe riuscire a portare le proporzioni su un 60 per cento di «business» contro un 40 di viaggiatori per piacere. «Le videoconferenze rendono sempre meno necessari gli spostamenti per riunioni. Per questo bisogna cercare di puntare altrove» ha detto ancora l´assessore. Per «Turismo Torino» e per Elda Tessore, poi, attirare i visitatori sarà facile: «Non c´è bisogno di particolari manifestazioni, anche se sono sempre le benvenute. Torino è bellissima, di certo è tra le città più belle d´Europa. Non basta?».

cla. lau.

 
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.