contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  
 
 
 
Torino - 8 maggio 2006   english   help   contatti   mailing list
 
 
Piano Strategico 2
Tamtam
Editoria
Agenda
Rassegna Stampa
Piano Strategico 1
Piano Strategico 2
 
 
Home | Rassegna stampa
 
 
 
 
14.02.2006 - Torino diventa capitale del design
Le olimpiadi invernali sono in corso ma Torino lavora (da tempo, per la realtà) sul «dopo Giochi», sugli avvenimenti che possono continuare a dare visibilità internazionale alla città. A maggio sarà la capitale mondiale del libro, poi arrivano le Olimpiadi degli scacchi, nel 2007 le Universiadi, nel 2008 il congresso mondiale degli architetti. Fra due anni sarà al centro di un altro grande avvenimento: sarà la prima capitale mondiale del design nel 2008. Per più di un anno, la città accoglierà eventi (si parla di una notte bianca del design), mostre , convegni , iniziative. La decisione, già presa nel settembre scorso, è stata annunciata ufficialmente ieri mattina, dopo la firma dell´accordo tra il Comune e l´Icsid, l´associazione internazionale che riunisce organizzazioni professionali, enti non governativi, imprese e istituzioni di 51 paesi del mondo, con l´obiettivo di contribuire allo sviluppo del design .

La nomina del capoluogo piemontese è arrivata al termine di un percorso iniziato nel maggio 2003, quando Torino ha partecipato al bando internazionale. Nel giugno 2005, poi, Comune, Provincia, Regione, insieme con la Camera di Commercio, l´Associazione italiana per il disegno industriale e le fondazioni bancarie Compagnia di San Paolo e Crt hanno dato vita a un comitato con lo scopo di promuovere e organizzare il «World design capital».

Sulla scelta ha pesato innanzitutto la tradizione della città nel campo del design e dell´ingegneria. «È un riconoscimento importante a un settore storico della nostra economia - ha detto il sindaco Sergio Chiamparino, - ma anche ad una realtà cui la città guarda per impostare il proprio futuro nel dopo Olimpiadi. Il design è lo snodo di tre ambiti su cui Torino si sta misurando: l´industria, la cultura e l´organizzazione di grandi eventi». «Lo spessore della nostra cultura umanistica, sociale e artistica, la valorizzazione dei giovani, le competenze diffuse che toccano l´intera filiera - ha spiegato Giorgetto Giugiaro - sono questi i fattori che determinano la bontà del nostro design».

«Torino capitale mondiale del design è un´opportunità per tutto il "made in Italy" di mostrarsi con i suoi prodotti e la sua creatività alla stampa internazionale e agli operatori del settore», ha sostenuto Andrea Pininfarina, vicepresidente di Confindustria. Pininfarina ha insistito sull´importanza del design nel dare un valore aggiunto ai prodotti italiani e sul suo stretto legame con la ricerca e l´innovazione, «due temi sui quali Confindustria punta fortemente per il rilancio economico del Paese».

Gino Li Veli

 
 © Torino Internazionale 2006