contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  
 
 
 
Torino - 8 maggio 2006   english   help   contatti   mailing list
 
 
Piano Strategico 2
Tamtam
Editoria
Agenda
Rassegna Stampa
Piano Strategico 1
Piano Strategico 2
 
 
Home | Rassegna stampa
 
 
 
 
04.05.2006 - Della Casa alla Film Commission: "Da rivedere il progetto Cineporto"
«A sorpresa è stato eletto Steve Della Casa», scherza l´assessore regionale alla Cultura Gianni Oliva, artefice del dimissionamento di Marco Boglione a due mesi dalla scadenza naturale, mentre al termine del consiglio di amministrazione di Film Commission ufficializza il nome, da tempo ufficioso, del nuovo presidente. Una votazione unanime, una pura formalità. In consiglio i rappresentanti dei soci fondatori, Fiorenzo Alfieri per il Comune e Oliva per la Regione, oltre al segretario dell´Agis Roberto Morano, a Manuela Lamberti e a Della Casa, che si è astenuto. «Il lavoro svolto in questi anni da Film Commission è positivo - dice Oliva - ma gli scenari oggi sono cambiati, il panorama di concorrenza è molto diverso, Film Commission molto forti e agguerrite stanno crescendo in ogni parte d´Italia. È necessario un percorso di evoluzione. Che non significa un cambiamento di rotta. Serve una persona con competenza, relazioni nel mondo del cinema e conoscenze manageriali. Della Casa ha queste prerogative. Ringrazio comunque Marco Boglione».

Con un ringraziamento al predecessore si apre anche il primo discorso ufficiale del neo presidente, che annuncia le linee guida del suo programma ma chiede un mese di tempo «per capire meglio la situazione». «Sarà una sfida - dice Steve Della Casa - una sfida notevole e interessante. Il cinema non è solo arte, è anche commercio. È un settore che si estende nella tv, nella pubblicità, nei video musicali. Una realtà articolata che richiede, oggi, un marketing aggressivo e pubbliche relazioni. Per questo abbiamo pensato di aprire una sede a Roma, per farci conoscere a attirare qui i produttori. L´altro elemento forte della nuova strategia di Film Commission sarà la formazione di maestranze tecniche. Gli obiettivi sono due, aumentare il livello di occupazione e attivare al massimo la post-produzione rendendo più efficienti strutture come i Lumiq Studios».

Pare tiepido, viceversa, l´interesse del nuovo presidente nei confronti del Cineporto, la casa dei produttori attualmente in costruzione, un progetto da 7 milioni di euro fortemente voluto da Boglione. «È un´opera fondamentale, ma serve un giro di opinioni per verificarne la destinazione». In attesa che sia terminato, Fiorenzo Alfieri annuncia che troupe e produttori saranno ospitati per alcuni mesi al Palafuksas: «Elda Tessore ha proposto di metterlo temporaneamente a disposizione di Film Commission». Ribadita da Oliva l´intenzione a da parte della Regione a sostenere la produzione di fiction in costume ambientate in regge sabaude come Venaria e Stupinigi, in vista delle celebrazioni del 2011. Ma Della Casa sembra più interessato a coltivare giovani cineasti e a puntare sul documentario, genere che vive una stagione molto felice, capace di coniugare cultura e innovazione, due elementi strategici della sua politica.

Sembra destinato a naufragare il progetto Cineborgo, altro pallino di Marco Boglione. La trattativa con la Rai per la cessione del parcheggio e del Palazzo della Radio è in alto mare, come quella per la Cavallerizza che avrebbe dovuto ospitare produzioni di cinema di animazione e digitale. Intanto Della Casa si prepara a debuttare al prossimo Festival di Cannes, dal 17 al 28 maggio, in veste di presidente. La presenza di Film Commission sulla Croisette sarà anche quest´anno con uno stand al Marchè. Non è prevista, invece, la cena con i produttori. Della Casa si congeda regalando a tutti i presenti una foto di un giovane Federico Fellini che nel ‘50 gira a Torino, ai Murazzi, Persiane chiuse, melodramma a tinte fosche finito poi da Comencini. Perché, disse allora il regista della Dolce vita, «il cinema non è il mio futuro».

Clara Caroli

 
 © Torino Internazionale 2006