contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  
 
 
 
Torino - 8 maggio 2006   english   help   contatti   mailing list
 
 
Piano Strategico 2
Tamtam
Editoria
Agenda
Rassegna Stampa
Piano Strategico 1
Piano Strategico 2
 
 
Home | Rassegna stampa
 
 
 
 
04.05.2006 - L´importanza di un patto a tre (senza gemito)
L´acronimo è poco incoraggiante, preferirei un cacofonico Mi-To-Ge, ma spero che l´alleanza Torino–Milano–Genova lanciata nel 2004 si realizzi in pieno, poiché nel nord-ovest si concentrano le realtà industriali più importanti del paese e che l´Europa del futuro, più che delle nazioni, sarà quella delle regioni capaci di agire in maniera congiunta e coordinata per ottenere una massa critica sinergica competitiva. Alleanze per energia, alta formazione, fiere, ma il settore della logistica mi pare essere prioritario e strategicamente più significativo, dal momento che qui è presente la maggior parte della domanda italiana di mobilità autostradale, ferroviaria e aeroportuale per persone e merci.

E proprio perché sono ancora necessari ammodernamenti e adeguati investimenti in nuove opere per superare inefficienze in molti punti strategici, Assolombarda, Unione Industriale di Torino e Assindustria a Genova hanno varato un´iniziativa per monitorare le infrastrutture prioritarie per il rafforzamento del sistema logistico del Nord-ovest, in grado di produrre benefici su scala nazionale e internazionale. In Lombardia si è confermato l´impegno per lo sviluppo delle infrastrutture, dalla crescita degli aeroporti di Malpensa (18.421.598 passeggeri nel 2004) e di Orio al Serio, in attesa del completamento della linea ad alta velocità Torino-Milano.

In Piemonte è stata avviata una partnership importante con la Regione Lombardia per realizzare, in prossimità dello svincolo autostradale di Novara, un nodo, una vera area intermodale, che unirà la stazione di Trenitalia sulla linea dell´alta velocità, quella di Ferrovie Nord Milano sulla linea per Malpensa, e i parcheggi autostradali, permettendo di accedere in 30 minuti al centro di Torino, in 20 a quello di Milano e a Malpensa, in 10 a quello di Novara.

A Genova, la partita principale è rappresentata dal sistema portuale regionale, che sta andando verso il raddoppio, a vantaggio dell´intero triangolo produttivo. Considerata l´ importanza di collaborare sul fronte dei retroporti, la Regione Liguria, con la Filse, è entrata nel Sistema Logistico dell´Arco Ligure e Alessandrino (Slala). Fra i progetti approvati, come le Gronde stradali, fondamentale è il Terzo Valico ferroviario per l´alta velocità tra Genova e Novara-Milano, che, una volta realizzato, faciliterebbe i collegamenti tra il porto di Genova, il Mediterraneo e il resto dell´Europa continentale, anche perché la nuova linea si troverebbe, guarda caso, a incrociare la Torino-Lione, con evidenti benefici commerciali e occupazionali per tutta l´area e l´inserimento della macro regione nel corridoio europeo verso nord.

Al contrario, in mancanza di tale allacciamento, le merci sceglierebbero altri scali e strade con conseguenze facilmente immaginabili. Ecco perché una convinta e condivisa integrazione logistica a tre risponde alle esigenze del nostro tessuto produttivo e sociale e permette una competizione efficace rispetto alla concorrenza di altre aree europee, già ben agguerrite.

Lorenza Pininfarina

 
 © Torino Internazionale 2006