contatti english version Associazione Chiamparino.wav
 
Torino Internazionale  


 
 
Torino - 6 maggio 2004
contatti     mailing list
 
 
Sistema Internazionale
Governo metropolitano
Formazione e ricerca
Imprenditorialità e occupazione
Cultura,Turismo,Commercio e Sport
Qualità urbana
Tamtam
Eco dalle città
Calendario
Associazione
 
 
 
home | Imprenditorialità e occupazione | Rassegna stampa
 
 
 
 
06.04.2004 - "Il Piemonte area in crisi? È tra le prime 8 in Europa"
Il Piemonte è nel "gruppo di testa" delle aree economicamente più solide dell´Unione europea, insieme a tre regioni tedesche quali Stoccarda, Karlsruhe e Tübingen. La classifica è stata stilata dall´Unione industriale di Torino che ha messo a confronto i livelli di industrializzazione, reddito e disoccupazione di 215 zone della Ue.

Il risultato, settimo posto, prima dell´Emilia Romagna, è incoraggiante, vista la crisi che sta attraversando il territorio e l´anno di riferimento dei dati: il 2002, il periodo più nero della fase di stagnazione che sta colpendo il Vecchio continente. «Segno che possiamo contare su una solidità di fondo della nostra economia e industria ? sottolinea Mauro Zangola, responsabile dell´Ufficio studi di via Fanti ? che ci consente di difenderci e di reagire meglio di altre zone europee». Regioni come Braunschweig, Detmold, Oberfranken e Niederbayern in Germania, Catalogna, Navarra, La Rioja, Cantabria e Valencia in Spagna, Lorraine e Franche-Comtè in Francia, e Norte in Portogallo occupano posizioni inferiori in classifica con tassi di disoccupazione e di sviluppo peggiori.

Il Piemonte, invece, «rientra fra le "magnifiche otto" perché la capacità industriale è alta ? aggiunge Zangola ? così come i livelli di export sono stati intaccati meno dalla crisi, con una bilancia commerciale positiva. La nostra economia è ancora competitiva. Il tessuto si è anche diversificato, migliorando il rapporto tra industria e servizi» . Ecco nel dettaglio i principali risultati.

Specializzazione industriale. Più del 36 per cento degli occupati in regione lavorano nell´industria, un dato che pone il Piemonte al quindicesimo posto in graduatoria nella Ue, fra le zone con performance più alte come l´area tedesca del Baden-Wurttenberg, della Baviera, della bassa Sassonia, le regioni spagnole Nord-orientali, il Nord del Portogallo e alcune aree italiane, come Lombardia, Veneto e Marche. Il 13,2 per cento degli occupati è impegnato in settori ad alta tecnologia, una quota quasi doppia rispetto alla media europea (7,4%).

Pil per abitante. Il prodotto interno lordo per abitante è superiore di circa il 20 per cento alla media europea. Fra le regioni ad alta industrializzazione solo Stoccarda e la Lombardia hanno redditi superiori, mentre altre 17 regioni hanno livelli prossimi ma ancora inferiori.

Tasso disoccupazione. Nel 2002 il tasso era al 5,1 per cento, 2,7 punti in meno della media europea. Il Piemonte occupa così il 64? posto nella classifica generale, recuperando sei posizioni rispetto al 2001. Ma tra le regioni più industrializzate solo Stoccarda e Tübingen fanno meglio.

Diego Longhin

 
 
 ©2002. Tutti i diritti sono riservati.