Circonvallazione Druento
Asse Tematico Trasporto e mobilitÓ
Localizzazione Comune di Druento, area nord-est

Livello di maturazione Iniziale
Relazioni strategiche
Comuni Appartiene ad un sistema di elementi diffusi, che produce sinergie di rete a scala metropolitana Valorizza o identifica la vocazione di uno specifico contesto locale, con l'effetto di potenziare il ruolo del comune a livello sovralocale Accresce l'offerta presente nell'area metropolitana, rafforzandone la competitività
Druento   Venaria Reale
Parco a tema naturalistico (Druento)
Area pre-parco (Druento)
 

Informazioni
Obiettivi
Collegamento della fascia dei comuni La Cassa, Givoletto, San Gillio con Druento e con Torino, aggirando Savonera, con ulteriore collegamento verso la Reggia di Venaria da sud.



Descrizione
La Circonvallazione è costituita da due interventi principali:
- una parte centrale (2 lotti) realizzata dal Comune di Druento
- un tratto di circa 2 km che sarà realizzato dalla Provincia e che costituisce le due testate di collegamento, iniziale e finale.

L'intervento fa parte di un complessivo intervento denominato "Progetto la Venaria Reale per il miglioramento dell'accessibilità veicolare". Questo progetto comprende interventi sulla viabilità e sui parcheggi, in particolare:
1) Circonvallazioni di Venaria e di Borgaro
2) Circonvallazione di Savonera
3) Circonvallazione di Druento
4) Passerella ciclopedonale di Altessano di attraversamento della Stura (di difficile realizzazione)
5) Viabilità di raccordo e parcheggi di attestamento a nord e a sud della Reggia di Venaria.




Soggetti
Regione Piemonte (finanziatore)
Provincia di Torino (ente appaltante e finanziatore)



Tempi
L'intervento non è stato inserito nella Relazione Previsionale e Programmatica 2001-2003 della Provincia di Torino



Costo dell'intervento / Risorse giÓ disponibili
Circa 2,5 milioni di Euro



Conformità con gli strumenti urbanistici e di pianificazione territoriale
Conforme alla Variante al PRG che è stata approvata a metà 2001



Situazione della proprietià delle aree destinate ad ospitare gli interventi
Mista, è necessario effettuare alcuni espropri




Data di reperimento dell'informazione: Settembre 2001