R: Patto Territoriale del Pinerolese
Asse Tematico Produzione e commercio
Localizzazione Area del Pinerolese


Risorsa
Relazioni strategiche
Comuni Appartiene ad un sistema di elementi diffusi, che produce sinergie di rete a scala metropolitana Valorizza o identifica la vocazione di uno specifico contesto locale, con l'effetto di potenziare il ruolo del comune a livello sovralocale Accresce l'offerta presente nell'area metropolitana, rafforzandone la competitività
Area Metropolitana R: Patti territoriali
   

Informazioni
Obiettivi
L'idea-obiettivo del Patto persegue il rafforzamento dell'identità e della coesione del Pinerolese per attrarre nuove imprese, nuovi insediamenti, per ottenere maggior credito ai livelli istituzionali superiori e trasformarsi da territorio caratterizzato da singole aree deboli a sistema locale forte.




Descrizione
Gli aderenti al Patto hanno siglato i seguenti Protocolli di Intesa:

- ProtocoGli aderenti al Patto hanno siglato i seguenti Protocolli di Intesa:

- Protocollo del Credito.

I progetti imprenditoriali presentati sono 220 e danno origine a circa 904 nuovi posti di lavoro. Le opere infrastrutturali presentate sono complessivamente 32.
llo del Credito.

I progetti imprenditoriali presentati sono 220 e danno origine a circa 904 nuovi posti di lavoro. Le opere infrastrutturali presentate sono complessivamente 32.

L'area del Patto Territoriale ha partecipato nel 2002 ai finanziamenti del DOCUP 2000-2006 con il PIA (Progetto Integrato d'Area) chiamato "Torino 2006"; gli interventi finanziati riguardano infatti la rivalorizzazione turistica ed ambientale dell'area anche in vista delle prossime Olimpiadi Invernali del 2006.


Soggetti
Comune promotore: Pinerolo

Amministrazioni Comunali di: Airasca, Angrogna, Bagnolo Piemonte, Barge, Bibbiana, Bobbio Pellice, Bricherasio, Buriasco, Campiglione fenile, Cantalupa, Cavour, Cercenasco, Cumiana, Fenestrelle, Frossasco, Garzigliana, Inverso Pinasca, Luserna San Giovanni, Lusernetta, Macello, Massello, None, Osasca, Perosa Argentina, Perrero, Pinasca, Piscina, Pomaretto, Porte, Pragelato, Parli, Pramollo, Prarostino, Rorà, Roure, Salza di Pinerolo, San Germano Ghisone, S. Pietro Val Lemina, San Secondo di Pinerolo, Scalenghe, Sestriere, Torre Pellice, Usseaux, Vigone, Villafranca Piemonte, Villar Perosa, Villar Pellice, Virle Piemonte, Volvera.

Comunità Montane del Pinerolese Pedemontano, Valli Ghisone e Germanasca, Val Pellice.

Provincia di Torino

API Torino, ASCOM del Pinerolese, ASCOM della Provincia di Torino, CNA Ass.ne Provinciale di Torino, Confartigianato Torino Unione Artigiana, Confederazione Italiana Agricoltori Sede Provinciale di Torino, Federazione Provinciale Coltivatori Diretti Sede Provinciale di Torino, Federazione Provinciale Coltivatori Diretti, Cofesercenti di Torino e Provincia, Lega della Cooperative, Sindacato Provinciale Artigiani CASA, Unione Agricoltori della Provincia di Torino, Unione Industriale di Torino, Associazione Lavoratori Pinerolesi, Sindacato dei Ragionieri Liberi Professionisti del Piemonte e Valle d'Aosta.

CGIL, CISL, UIL.

CCIAA di Torino, ASL 10, ATL 2 Valli di Susa e Pinerolese.

Intechi Consorzio a r.l., Consorzio ACEA, Pinerolo SI, Consorzio per la gestione del Centro Soggiorno di Pracatinat, Consorzio Universitario di Economia Aziendale di Pinerolo, Istituto Statale di Istruzione Tecnica Professionale Porro, Istituto Tecnico Commerciale per Geometri M. Buniva.

AIFOP, CIOFS di Cumiana, CIOFS di Perosa Argentina, centro di formazione professionale in Val Chisone, Consorzio per la formazione, l'innovazione e la qualità, INFOR, FORTER, Centro Culturale Valdese, Commissione Sinodale per la Diaconia Chiesa Evangelica Valdese, ITP, Agenzia Regionale per l'Impiego, Commissione Regionale per la realizzazione delle pari opportunità Uomo - Donna del Piemonte, Finpiemonte, IRES Piemonte, Poste Italiane, ENEL Spa, Ferrovie dello Stato.




Costo dell'intervento / Risorse giÓ disponibili
I progetti imprenditoriali innescano investimenti per 187 milioni di Euro e agevolazioni per 46,5 milioni di Euro. I finanziamenti per gli interventi infrastrutturali ammontano a 25,7 milioni di Euro (oneri a carico dello Stato: 15 milioni di Euro).





Data di reperimento dell'informazione: Luglio 2003